La maggioranza perde pezzi: il Presidente del Consiglio Comunale rassegna le dimissioni

sbarazzoGIUNTAMARZO2015La notizia è di quelle che non possono passare inosservate: tramite una propria missiva del 16/03/2015, indirizzata ai soli Consiglieri Comunali, il Presidente del Consiglio Comunale Mariagrazia Castelvedere ha rassegnato le proprie dimissioni dalla carica di Consigliere.

  dimissioni castelvedereA poco più di un anno dalle elezioni, e in una fase cruciale per l’approvazione di alcuni importanti provvedimenti (su tutti la variante al Piano di Governo del Territorio), l’Amministrazione perde, dopo Guido Rossini, un altro importante tassello della propria maggioranza.

Annunci

2 commenti

  1. Guido Rossini non é stato smarrito, é stato rimosso

  2. gianpietro donini · · Rispondi

    La scelta di abbandonare l’impegno di servizio alla comunità è da rispettare.
    Certamente costa fatica, senso di responsabilità e dolore quando la decisione deriva dalla comprensione dell’impossibilità di incidere positivamente col proprio contributo di idee e di proposte sulle decisioni di un gruppo dirigente che hai scelto per cambiare la storia amministrativa del tuo paese.
    Prendo atto, e questo rende onore al ruolo ricoperto dal Presidente del Consiglio comunale, che la decisione è stata comunicata solo ai Consiglieri comunali. Non al Sindaco, non alla Giunta,
    Così facendo il Presidente ha il merito di riconoscere anche se in modo postumo, ma di certo sostanziale, la dignità e il ruolo fondamentale di indirizzo e di controllo che questi hanno nei confronti dell’esecutivo.Funzioni che tante volte abbiamo lamentato non esser sufficientemente difese e considerate.
    Altrettanto importante e singolare è la non menzione, nella comunicazione, della figura del Sindaco, quasi a sottolinearne il ruolo di primo fra pari e non, come accade purtroppo a Bagnolo, di entità assoluta avulsa dal dovere democratico e insofferente del giudizio e del lavoro del Consiglio, delle Commissioni e dei Cittadini.
    Certamente il ruolo di Presidente del Consiglio è complesso, ingrato e richiede notevole energia per riuscire a mantenere equilibrata imparzialità.
    Non abbiamo contribuito a facilitarlo, né siamo stati teneri nei giudizi sul modo di interpretare il ruolo di Presidenza.
    Non per responsabilità nostra, che inutilmente tentiamo di incidere positivamente sull’operato della maggioranza e di far valere le nostre legittime ragioni anche, purtroppo, con intemperanze forse eccessive.
    Ma questo è ciò che è stato e ci auguriamo (invano?) non sarà più.
    Auspico che questa vicenda, conclusasi con le dimissioni di chi l’ha preceduto, permetta a chi verrà scelto per dirigere i lavori del Consiglio di avvalersi dell’esperienza e dei consigli di chi ha lasciato per poter realizzare le nostre aspettative.
    Ora non resta che ringraziare per il servizio prestato come Presidente del Consiglio e augurare miglior fortuna alla Consigliere che se ne va, lasciando comunque, nel suo ultimo atto politico, un importante indizio per Opposizione, Maggioranza e Giunta: Sindaco in particolare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...