Viabilità, PGT, Piscina: problemi diversi, atteggiamento analogo

verdepubblicoVariante al Piano di Gestione del Territorio: una pagina buia per Bagnolo Mella

La variante al Piano di Gestione del Territorio adottata dall’attuale maggioranza a fine dicembre 2014 e resa definitiva dopo la discussione delle “Osservazioni” avvenuta nelle sedute dei Consigli comunali il 3 e 11 giugno costituisce una pessima pagina nei percorsi di pianificazione urbanistica con un’ennesima, e più pesante, conferma del modo di procedere di questa maggioranza:

  • nessun confronto con il mondo bagnolese: non con le Commissioni comunali, non con i tecnici che operano sul territorio, non con i cittadini. L’Amministrazione ha scelto di affidare il lavoro a tecnici esterni che hanno elaborato proposte SOLO su indicazioni di un ristretto gruppo della maggioranza (Sindaco e pochi intimi da Lei scelti…), senza alcun confronto con le Commissioni consiliari imponendole ad un Consiglio comunale in cui i Consiglieri di maggioranza svolgono il solo compito di ratificare, senza discutere.
  • la “qualità dell’ambiente”e, di conseguenza, la “qualità di vita” è meno importante del dato economico, delle entrate per il Comune. Le modifiche introdotte allo strumento fondamentale di pianificazione del territorio rispondono, in generale, alla logica esclusivamente “economica”: meno verde per Bagnolo, minori standard di servizio, minor qualità di vita pur di favorire gli interventi edilizi e in tal modo “incassare” fondi per il Comune.

Nonostante il Sindaco e la maggioranza Lega-PDL abbiano tentato di far scendere il silenzio su questo importante atto diffondendo anche notizie inesatte e distorte in modo particolare sulla trasformazione e vendita di aree verdi comunali presenti in molti villaggi della nostra città per nascondere le effettive conseguenze di tali decisioni, molti bagnolesi su iniziativa del nostro gruppo Consiliare si sono resi conto di quanto effettivamente stava succedendo e hanno presentato le loro osservazioni rispetto alle norme inserite nel PGT.

Incredibilmente il Sindaco in una recente dichiarazione ad un giornale locale ha sostenuto che la il grande numero di osservazioni presentate è dipeso dal coinvolgimento condotto dall’Amministrazione su tale tema! NOOOOO! LA QUANTITA’ DELLE OSSSERVAZIONI SONO DIPESE DAI MOLTI CITTADINI E DAI NOSTRI GRUPPI CONSILIARI CHE SI SONO OPPOSTI A PROPOSTE IRRICEVIBILI PER LA NOSTRA CITTA’.

Abbiamo contrastato fino dove possibile la maggioranza dimostrando come le scelte (in questo caso di natura urbanistica) non dipendono da criteri stabiliti (e validi per tutti), ma avvengono in base ai soggetti che le presentano. In particolare nella discussione in Consiglio è emerso con chiarezza che l’esito positivo (o negativo) di accettazione da parte della Maggioranza sia dipeso esclusivamente dal soggetto proponente. Per alcuni la Maggioranza ha riservato attenzioni, approfondimenti decidendone l’accoglimento, per altri (con simili problemi) ha risposto con un laconico NO, invocando semplicemente le indicazioni della Variante adottata a dicembre.

Ci siamo opposti con forza in particolare alla trasformazione e vendita di aree verdi comunali presenti in molti villaggi della nostra città. Consideriamo immorale che aree pagate dai cittadini, nelle varie lottizzazioni realizzate a Bagnolo, e poi ceduto al Comune con finalità di servizio (per farne zone verdi, parcheggi…) siano ora dal Comune trasformate in aree fabbricabili al fine di venderle. L’opposizione dei cittadini e nostra a tale misura ha costretto l’Amministrazione (dopo pietose bugie) ha modificare in parte tale decisione.

Intendiamo con i cittadini continuare nella nostra azione al fine di cancellare questa norma.

Ipiscinal vero buco della piscina

Dalla scorsa estate l’Amministrazione comunale ha aperto un conflitto con la Società proprietaria dell’impianto natatorio di Via Borgo che ha visto progressivamente lo scontro fra le parti fino allo scorso gennaio quando l’Amministrazione comunale con un proprio provvedimento ha preso possesso dell’impianto.

L’azione del Comune è stata contestata dalla Società proprietaria dell’impianto: le ragioni delle parti saranno ora stabilite dal TAR (Tribunale amministrativo regionale) ed eventualmente dal Consiglio di Stato nei prossimi mesi.

Un contenzioso che per il Comune di Bagnolo può riservare pericoli significativi dal punto di vista economico e il cui esito appare incerto in quanto alcune inadempienze verso la Società sono state commesse dall’attuale Amministrazione (mancato pagamento delle quote stabilite da una Convenzione approvata dall’Amministrazione comunale nel 2007).

Nel frattempo abbiamo assistito ad un’ennesima azione propagandistica da parte del Sindaco che nello scorso mese di aprile ha svolto un’assemblea pubblica per presentare la situazione dell’impianto natatorio, ricostruendo a suo uso e consumo le vicende che hanno accompagnato la realizzazione di quest’opera dal 1995 ad oggi.

Per lo svolgimento di tale assemblea abbiamo chiesto come Gruppi consiliare che venissero registrati gli interventi (come avviene per le sedute del Consiglio) e ci venisse fornita la documentazione della situazione amministrativa-contabile mostrata durante l’incontro.

La risposta è stata un duplice e secco NO: non si è registrato ciò che è stato presentato, non si sono forniti i documenti con i dati proiettati dal Sindaco durante il dibattito.

PERCHE’? Se questa Amministrazione è cosi sicura di quanto dice PERCHE’ nasconde i dati?

Perché NON E’ IN GRADO DI SOSTENERE quanto affermato: è abbastanza facile e semplice esporre informazioni e dati senza alcun contraddittorio, senza alcun confronto, senza averli forniti né PRIMA né DOPO ai Consiglieri comunali.

Nel frattempo la piscina, a spese del Comune ha ricevuto una serie di interventi, dichiarati necessari e dovuti alle colpe della Società che aveva gestito la piscina. Nella serata dell’assemblea sono stati forniti dati ALLARMANTI sia sull’impianto idraulico ed elettrico dovuti, secondo l’Assessore ai Lavori pubblici, all’incuria di chi gestiva l’impianto. Stiamo attendendo i dovuti passaggi da parte dell’Amministrazione circa questi (presunti) danni, in caso contrario saremmo di fronte ad una ignobile operazione di sciacallaggio nei confronti di tali privati.

Dopo le spese degli interventi nel mese di giugno la piscina è stata affidata dalla Giunta comunale a GRATIS per nove mesi ad una società di gestione che quindi potrà usufruire dell’impianto SENZA ALCUN ONERE.

Ricapitolando la situazione economica è ora così definita:

– il Comune comincerà a pagare il mutuo annuale per l’opera (prima in carico alla Società)

– il Comune ha pagato le spese straordinarie degli interventi fatti in questi mesi

– il Comune affida gratuitamente alla società l’impianto.

Ora è il momento di fare VERAMENTE i conti per le casse del Comune in merito a questa BRILLANTE operazione!

viagramsciViabilità: in attesa del TAR (e della quinta ordinanza?)

Il problema della viabilità di Bagnolo affrontato dall’attuale maggioranza a partire dall’estate 2013 con assoluta improvvisazione delle scelte, mancanza di dati reali e continuo ricorso ad affermazioni propagandistiche, ma inefficaci per la reale soluzione, ha portato a pesanti e non pensati provvedimenti, fino alla sciagurata decisione di dirottarli nella zona residenziale di Via Urne.

Il segno tangibile di questo percorso privo di bussola è l’emanazione di ben TRE successive ordinanze sul traffico con soluzioni via differenziate e contrastanti l’una con l’altra, in quanto ognuna di esse nell’attuazione dimostrava di creare più problemi di quanti ne risolvesse. Nel frattempo il Sindaco e la stampa (amica) non perdeva occasione per ribadire la meravigliosità di ogni ordinanza, spiegare i miracoli che avrebbe portato e proclamarla SANTA SUBITO e a PROVA DI TAR (Tribunale amministrativo).

Ma la realtà è ben diversa: è bastata l’opposizione del Comune di Leno per far saltare la seconda ordinanza, mentre la terza, con ricorso dei cittadini di Via Urne, è a giudizio del Tar che nei prossimi mesi esprimerà la sua sentenza. Il Giudice del TAR in due precedenti sedute accogliendo la fondatezza del ricorso dei cittadini di Via Urne ha disposto una verifica tecnica sulla strada di Via Urne e sulla base di questo emetterà la sua sentenza.

Incredibilmente su un giornale provinciale in merito a tale ricorso è comparsa la notizia di una sentenza contraria ai cittadini di Via Urne: un clamoroso falso che segnala come ormai ai giornali non interessa descrivere i fatti, ma attuare misure di propaganda.

Nel frattempo il Sindaco ha emanato (29 maggio scorso) una QUARTA ordinanza sulla viabilità! Come mai, dopo aver orgogliosamente sostenuto che le ordinanze sulla viabilità erano a PROVA di TAR, qualche giorno prima della sentenza ha cercato di cambiare le carte in tavola emanando una nuova (finta) ordinanza?

Nel frattempo tutti i cittadini bagnolesi possono constatare con i propri occhi a sud dell’abitato l’assenza di qualsiasi opera di realizzazione della NUOVA STRADA (definita “BRETELLINA”). Nel febbraio del 2014 il Sindaco ha avviato la campagna di propaganda sulla “bretellina” dando la notizia che la Provincia ad opera del Presidente Molgora aveva sottoscritto un accordo di programma per il finanziamento e la realizzazione della strada. Il Presidente (ora ex) della Provincia NON HA MAI FIRMATO ALCUN ACCORDO DI PROGRAMMA con il Comune di Bagnolo Mella per la “bretellina” e il costo stimato € 1,7 milioni dell’opera NON è stato FINANZIATO).

I lavori preannunciati dal Sindaco con inizio entro dicembre 2014 sono lettera morta.

I Consiglieri dei Gruppi
“Lista Civica – Donini Sindaco”

“Terre de Bagnolo”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...