Marino e Giancarlo

Marino e Giancarlo ben rappresentano lo stile e l’essenza del Partito Democratico: storie diverse, diverse radici culturali, diverse esperienze e appartenenze politiche, ma uno stesso sogno.

Quasi un bisogno: non disperdere le forze, le capacità, l’attenzione.

 Non farsi abbagliare dalle luci del prestigio o dalle sirene delle facili promesse; chi ama la giustizia deve costruire le basi per una società giusta: riguarda me e riguarda anche i miei concittadini, anche chi non la pensa come me.

Restare ben attaccati al quotidiano con un forte senso del dover fare bene le cose piccole e semplici per puntare a far bene anche le grandi e complesse, con stile sobrio, senza manie di protagonismo, ma con la voglia di fare insieme, rallentare per aspettare anche chi corre meno velocemente.

Giancarlo e Marino vengono da storie diverse, ma hanno condiviso  la costituzione del Partito Democratico sezione di Bagnolo: perplessità, discussioni, dubbi, speranze e frustrazioni che abbiamo potuto spesso vedere sui loro volti e sentire nei loro interventi.

Loro c’erano sempre: attenti, in ascolto, pronti a dare il proprio contributo, a dare in silenzio e in seconda fila l’esempio.

C’erano sempre, ma continuano a essere con noi negli incontri del circolo. Continuano a ricordarci che la politica è servizio.

Per questo riteniamo importante che la loro silenziosa e fattiva presenza sia concretizzata nell’intitolazione del circolo a “Giancarlo e Marino”.

Loro di certo non sono d’accordo, ma per noi è un piccolo segno di riconoscenza e un modo per continuare a dire che siamo fieri di aver condiviso con loro un troppo breve, ma intenso tratto di strada verso una società migliore: più giusta, più solidale e più democratica.